III . Impegni e standard di qualità

III .  IMPEGNI E STANDARD DI QUALITÀ

 

i. Servizio di Sala Studio

 Orario:

lunedì:            08.20 - 13.40

martedì:          08.20 - 17.15

mercoledì:       08.20 - 17.40

giovedì:           08.20 - 17.15

venerdì:           08.20 - 13.40

sabato:            08.20 - 13.30

L’istituto rimane chiuso la domenica e in occasione delle festività nazionali e della festa del santo patrono in data 17 giugno.

Ogni anno durante il mese di agosto si effettua la chiusura straordinaria di due settimane per la ricognizione e il controllo del materiale archivistico.

L’ accesso alla sala studio per le persone disabili richiede la presenza e l’assistenza di un dipendente dell’istituto. Si prega di suonare alla porta  laterale in Via delle Belle Torri (lato ovest dell’edificio) oppure di telefonare al numero 050/542784.

 Accoglienza:

Per informazioni generali e orientamento gli studiosi si possono rivolgere sia al personale all’ingresso che all’archivista in servizio nella sala inventari, accanto alla sala studio. Esistono anche una guida ai servizi reperibile in sala inventari e mappe di orientamento.

Sono a disposizione armadietti chiudibili a chiave e un luogo custodito per lasciare cappotti e ombrelli.

Fruizione:

La sala ha 28 posti di consultazione, tutti forniti di presa elettrica per p.c. portatile, e 2 postazioni di lettura di microfilm e di materiale digitalizzato.

Vi sono due distribuzioni di materiale archivistico dal lunedì al venerdì alle ore 9.30 e alle ore 12.00. Il materiale archivistico per la consegna in sala studio deve essere richiesto tramite i computer nella sala inventari secondo il seguente orario:

entro le ore 09.30  distribuzione ore 10.30

entro le ore 12.00  distribuzione ore 13.00

Il tempo di attesa per la consegna in sala studio è di 30 minuti. Il sabato non viene effettuata la distribuzione ed il materiale ordinato di sabato verrà compreso nella prima consegna del lunedì. Le presenti disposizioni sono dovute a carenza di personale e potranno essere riviste in caso di miglioramento della situazione.

Il materiale da visionare su microfilm viene consegnato su richiesta e non è legato all’orario indicato sopra.

Ad ogni distribuzione il singolo studioso può chiedere due unità archivistiche cartacee o quattro pergamene. Il materiale rimane disponibile nel deposito temporaneo accanto alla sala inventari per 30 giorni. Un elenco di serie o fondi temporaneamente tolti dalla consultazione è disponibile in sala inventari e sul sito web http://www.aspisa.beniculturali.it. Alcuni inventari sono consultabili sullo stesso sito.

 E’ possibile prenotare il materiale archivistico per telefono al numero  050/542784 con il seguente orario:

            lunedì, venerdì e sabato:                  8.30-13.00

            martedì, mercoledì e giovedì:            8.30-17.00

Le prenotazioni si possono anche effettuare per posta elettronica al seguente indirizzo as-pi.salastudio@beniculturali.it.

Si informa che presso una postazione informatica riservata agli studiosi è possibile consultare delle mappe in formato digitale del Catasto Toscano Leopoldino(progetto Castore realizzato dal servizio geografico della Regione Toscana) e ottenere copie digitali di questo materiale secondo le tariffe disposte dal servizio di fotoriproduzione.

 Le visure catastali per uso amministrativo si effettuano su appuntamento la mattina del martedì a partire dalle ore 8.30. Per appuntamenti si prega di telefonare al numero 050/542784.

Mediazione:

 Durante tutto l’orario di apertura della sala studio è disponibile un archivista di stato nella sala inventari per offrire la necessaria assistenza tecnico-scientifica.

Tutti i fondi archivistici sono dotati di inventari o elenchi mentre il 40% dei fondi sono dotati di strumenti analitici, anche a stampa, di guide tematiche o repertori. Sono disponibili regesti e un elenco cronologico complessivo per il fondo diplomatico.

ii. Servizio Bibliotecario

La  biblioteca dell’Archivio di Stato di Pisa è specializzata in storia locale e la sua formazione è dovuta al materiale librario pervenuto insieme ai fondi archivistici al momento dell’impianto, ai doni di privati ed enti, agli acquisti ministeriali, alle pubblicazioni a norma di legge. Da segnalare i volumi appartenenti alla biblioteca Toscanelli, ricevuta per lascito testamentario da Elisa Toscanelli, comprendente opere di vario genere e tipologia: letterarie, filosofiche, religiose, storiche, artistiche, scientifiche, cinquecentine, pregiate edizioni del ‘600 e ‘700 e una collezione di cartoline dei primi anni del ‘900 raccolte in volumi rilegati in pelle.

La biblioteca è dotata di un catalogo dizionario, di un catalogo topografico, di un catalogo delle Cinquecentine, di un catalogo dei Libri Rari del XVII sec., di un catalogo di Legislazione Toscana preunitaria, di uno schedario delle tesi.

Le modalità di accesso per gli studiosi ai volumi della biblioteca sono uguali a quelle già riportate per il materiale archivistico. Alcune pubblicazioni particolarmente richieste sono liberamente consultabili in sala inventari. 

Si precisa che le biblioteche degli archivi di stato sono biblioteche d’istituto e non possono concedere il  prestito esterno.

iii. Servizio di Didattica

 Si organizzano su appuntamento visite guidate dell’Istituto con illustrazione delle varie tipologie documentarie presenti negli Archivi di Stato, nonchè percorsi didattici per le scuole su documenti selezionati e raggruppati intorno ai temi che possono integrare e approfondire la didattica tradizionale della storia.

Si offrono agli studenti universitari percorsi più avanzati e anche la possibilità di effettuare un periodo di tirocinio seguiti dal personale tecnico-scientifico dell’istituto.

 

iv. Servizio di Fotoriproduzione

L’Archivio di Stato di Pisa è dotato di un servizio di fotoriproduzione in cui gli utenti possono richiedere a pagamento  stampe da microfilm, microfilm, stampe digitali e fotocopie di documenti archivistici.

Le richieste di fotoriproduzione devono essere compilate indicando in modo dettagliato le segnature delle unità archivistiche di cui si richiede la riproduzione specificando lo scopo della richiesta che può essere:

 -    per uso personale o di studio

 -    per uso amministrativo

-     per pubblicazione

-     per commercializzazione 

USO PERSONALE O DI STUDIO

Se la richiesta di riproduzione è prodotta da privati per uso personale o per motivi di studio o da soggetti pubblici per finalità di valorizzazione , l’autorizzazione è concessa in esenzione dei diritti di riproduzione e i richiedenti sono tenuti soltanto al pagamento delle spese secondo le tariffe stabilite dal Codice Beni Culturali e del Paesaggio D.L. n.42 del 22 gennaio 2004.

USO AMMINISTRATIVO

L’utente può richiedere copie per uso amministrativo e legale  presentando  richiesta su apposito modulo e il pagamento dei diritti (DPR 642/1972):

marca da bollo da euro 16,00 per  richiesta di fotoriproduzione su modulo prestampato;

marca da bollo da euro  16,00 per ogni singolo documento (fino a n.4 pagine);

marca da bollo da  euro 16,00 per ulteriori n.4 pagine dello stesso documento;

due marche da bollo da  euro 16,00 per formati A3.

 

PER PUBBLICAZIONE

Per poter pubblicare è necessaria l’autorizzazione della Direzione dell’Istituto. Il richiedente dovrà compilare il modulo e legalizzarlo con marca da bollo e corrispondere il diritto  della riproduzione per usi diversi da quelli di studio o personali e non richiesti da soggetti pubblici per finalità di valorizzazione.  Il canone previsto deve essere pagato  mediante versamento su c/c postale n.2568 intestato alla Tesoreria provinciale di Pisa, capitolo 2584, Capo XXIX, causale “Diritti di fotoriproduzione per ASPI” la pubblicazione dovrà riportare le segnatura del documento e la dicitura “ Su concessione del Ministero beni e Attività Culturali” e l’avvertenza del divieto ulteriore di riproduzione con qualsiasi mezzo.  Resta salva l’esenzione per i periodici di natura scientifica e per i libri con tiratura inferiore alle 2000 copie e con prezzo di copertina inferiore a euro 77,47.

È obbligo di legge la consegna di 3 copie della pubblicazione a questa Amministrazione.

 PER COMMERCIALIZZAZIONE

Per la riproduzione della documentazione archivistica ad uso commercializzazione è previsto oltre al pagamento dei diritti , la corresponsione di royalties pari a 12% sull’introito lordo derivato.

 

Fedeltà:

Tutte le riproduzioni sono conformi all’originale

Orario:

 L’orario delle richieste corrisponde all’orario della sala studio.

L’orario del ritiro e della cassa è dalle ore 8.20 alle ore 13.30 tutti i giorni.

Modalità di richiesta e tempi di attesa:

Le riproduzioni devono essere richieste con apposito modulo disponibile presso la sezione di fotoriproduzione; le fotocopie vengono effettuate solo per la documentazione catastale e consegnate in giornata, tranne nei casi di grossi quantitativi; per tutte le altre riproduzioni la consegna avviene entro 7 giorni.

Si precisa che presso l’Archivio di Stato di Pisa vi è attualmente un solo fotografo in servizio e che in caso di sua assenza  i tempi di consegna saranno più lunghi.

E’ possibile effettuare prenotazioni anche a distanza, per telefono, e-mail, fax o lettera; se le riproduzioni non vengono ritirate personalmente è richiesto il pagamento anticipato con vaglia postale delle spese di riproduzione e spedizione.

Prezzi delle riproduzioni:

1. Riproduzione analogica (tariffe applicate ai sensi del D.M. del 8/4/1994):

Fotocopie formato A4 (21 x 29,7):            € 0,077

Fotocopie formato A3 (29,7 x 42):            € 0,154

Microfilm negativo o positivo, costo a fotogramma:    € 0,258

Stampa da microfilm su carta comune formato A4:

€ 0,284 (da negativo nuovo) o € 0,129 (da negativo esistente)

Stampa da microfilm su carta comune formato A3:

€ 0,49 (da negativo nuovo) o € 0,258 (da negativo esistente)

 

2. Riproduzione digitale (tariffario ministeriale del 2005)

  Riprese da originali con foto camera digitale (formato jpeg) (Non da banca dati):

  Originali da stessa unità archivistica ogni singola ripresa € 2,00

 Originali singoli  ogni singola ripresa  € 3,00                                                                   

 Alle riprese occorre aggiungere il prezzo del supporto (CD) pari a € 2,50 cadauno.

 Riversamento di immagini digitali a colori (da banca dati esistente):

 n. 1 file fino a 2MB           euro 3

 n. 1 file da 2 a 6 MB         euro 9

 n. 1 file > 6 MB               euro 12

disponibili su penna, CD o inviati per e-mail

 Stampa digitale dei file su carta comune bianco/nero:

                        Formato A4    €  1,50

                        Formato A3    €  2,00

 Stampa dei file su carta comune a colori:

                        Formato A5     €   5,00

                        Formato A4     € 10,00

                        Formato A3     € 15,00

Modalità di pagamento:

In contanti con rilascio di ricevuta;

sul conto corrente postale n. 2568 intestato alla Tesoreria Provinciale dello

Stato di Pisa, capo XXIX, capitolo 2584/3 con l’indicazione della causale;

direttamente o tramite bonifico alla Tesoreria Provinciale di Pisa, sempre sul capo XXIX, capitolo 2584/3 con l’indicazione della causale.

Negli ultimi due casi, deve essere presentata alla Sezione di fotoriproduzione la copia della ricevuta di versamento o della quietanza rilasciata dalla Tesoreria comprovante l’avvenuto pagamento.

  01/02/2017